Emotrasfusioni infette

20/02/2017


Ingiustizia infinita per chi è stato contagiato con farmaci derivati da sangue infetto



danno_emotrasfusione-jpg

Ingiustizia infinita per chi è stato contagiato con farmaci derivati da sangue infetto

" />


In Italia ad oggi vi sono 2500 malati di emofilia, contagiati con farmaci derivati da sangue infetto che attendono giustizia. Si può parlare senza dubbio di una vera e propria strage di Stato. Infatti sia il Ministero della Salute che le struttura sanitarie tra gli anni ’70 e ’90 hanno omesso di effettuare i dovuti e necessari controlli sul sangue e sui suoi derivati somministrati ai pazienti.



Visti i gravi inadempimenti posti in essere da un intero apparato statale, per i malati di patologie derivanti da emotrasfusioni infette o per gli eredi di coloro che sono deceduti per le suddette malattie è possibile procedere con una richiesta di risarcimento del danno. Gestione Crediti Pubblici e' da sempre in prima linea  in questa battaglia annoverando notevoli successi che portano ristoro alle vittime di una omissione di controllo da parte dello Stato. Riportiamo di seguito il link alla puntata del 17/02/20167 di TG1-TV7 che racconta, ad oltre 30 anni dal contagio con emoderivati da sangue infetto, la condizione dei malati di emofilia


http://www.tg1.rai.it/dl/tg1/2010/rubriche/ContentItem-27790a2d-e71f-4655-a8eb-da13b315ca4a.html