MINISTERO DELL’ISTRUZIONE CONDANNATO AL RISARCIMENTO DEL DANNO NEI CONFRONTI DEGLI EREDI DI UN’INSEGNANTE MORTA PER ESPOSIZIONE AD AMIANTO

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE CONDANNATO AL RISARCIMENTO DEL DANNO NEI CONFRONTI DEGLI EREDI DI UN’INSEGNANTE MORTA PER ESPOSIZIONE AD AMIANTO

Con una sentenza storica il giudice del lavoro del Tribunale di Bologna ha condannato il Ministero dell’Istruzione a risarcire i danni subiti dagli eredi di un’insegnante deceduta per mesotelioma pleurico contratto a seguito dell’esposizione ad amianto subita nella scuola in cui lavorava.

La malattia era stata diagnosticata nel 2002 a seguito dell’esposizione avvenuta durante le ore di insegnamento trascorse nelle strutture e nei laboratori di chimica e fisica della scuola media Farini di Bologna, e la donna, dopo aver ottenuto il riconoscimento di malattia professionale dall’INAIL, aveva intrapreso azione di risarcimento del danno.

Dopo un calvario durato 15 anni la donna è morta nel 2017 e l’azione è stata proseguita dai suoi figli.

Con la sentenza 838/2021, il Ministero è stato riconosciuto responsabile per la presenza di amianto nell’istituto scolastico con condanna al pagamento di oltre 900.000,00 euro.

2022-01-06T08:41:50+01:0028 Dicembre 2021|News|