Trasfusioni infette: sentenza storica per i risarcimenti

Trasfusioni infette: sentenza storica per i risarcimenti

520 mila euro tra capitale ed interessi. A tanto ammonta quanto stabilito dal Tribunale di Roma per gli eredi di una donna deceduta nel 2014 a soli 59 anni. La sentenza del Tribunale di Roma è chiara: la donna è deceduta per epatite C ed il virus è stato contratto a causa delle trasfusioni di sangue infetto a cui si sottopose tra il 1979 ed il 1981 presso l’ Ospedale “Santa Maria Goretti” di Latina.
Le trasfusioni si resero necessarie per una insufficienza renale ma solo nel 2009 la Signora scoprì di essere affetta da una forma acuta di epatite C (il virus dell’epatite può restare silente per moltissimi anni).
In questa sentenza vi è una importante innovazione innovazione dal punto di vista giuridico : gli interessi legali devono essere calcolati dal tempo delle trasfusioni infette e non dalla manifestazione del danno che queste trasfusioni hanno provocato.
Se, purtroppo, fai parte delle migliaia di italiani che sono stati contagiati a causa di trasfusioni infette scopri quali sono i tuoi diritti, contattaci gratuitamente per una consulenza.

 

2017-11-08T16:49:30+01:008 Novembre 2017|Danni emotrasfusioni infette, Senza categoria|